L'Inter cala il poker al Pulcino d'Oro, superando il Porto in diretta nazionale. Bene le trentine Predaia, Sacco San Giorgio, Nogaredo e Vipo trento

16 Giugno 2019

L’Inter cala il poker superando come nella passata edizione il Porto. Per il quarto anno consecutivo il Torneo Internazionale Pulcino d’Oro, che da giovedì 13 giugno a domenica 16 giugno ha visto calcare i campi della Valsugana, in Trentino, mille baby calciatori di 48 società, di cui dodici professionistiche, è finito nella bacheca dei nerazzurri in diretta nazionale su Sportitalia.

Nel girone finale, per l’assegnazione del Pulcino d’Oro, c’erano proprio i ragazzi dell’Inter, i portoghesi del Porto (come lo scorso anno), la Juventus e il Venezia. Nerazzurri che hanno battuto i veneziani per due a uno in un match combattuto e la Juventus per tre a uno. Portoghesi che, invece, dopo il pareggio con i bianconeri, hanno regolato il Venezia per due a zero. Proprio come lo scorso anno l’ultimo match tra Inter e Porto è stato decisivo e, nello scontro diretto, l’hanno spuntata i nerazzurri per due a zero, in un match spettacolare.

L’Inter, alzando al cielo il trofeo per il quarto anno consecutivo, è ormai abbonato alla vittoria nella kermesse ottimamente organizzata dall’Unione Sportiva Levico Terme, impreziosita da televisioni nazionali, tra cui il canale Sportitalia che ha trasmesso in diretta l’ultimo atto della quinta edizione del Torneo. Secondo posto per il Porto con quattro punti, mentre la Juventus, pareggiando con il Venezia, è salita sul terzo gradino del podio.

Sugli altri sette campi dello splendido centro sportivo di viale Lido sono stati assegnati gli altri sette trofei in palio, ovvero il Pulcino d’Argento, di Bronzo, il Pulcino Gialloblù e i quattro Arcobaleno (rosso, bianco, azzurro e verde).

Per il Pulcino d’Argento, Roma e Torino hanno dato vita ad un’entusiasmante testa a testa che ha visto la vittoria dei giallorossi sui granata per la classifica avulsa (in testa entrambe a quota 7 punti) basata sull’esito degli shoot out. Terzo e quarto posto rispettivamente per Virtus Bergamo e Parma. Tra le formazioni trentine, si è ben comportato il Predaia che ha giocato per conquistare il Pulcino d’Argento ma nella mattinata non si è qualificato per il girone finale, superato da team blasonati come Torino e Parma. Guardando alle squadre trentine un cenno di merito va riservato anche al Sacco San Giorgio, che ha conteso il Pulcino di Bronzo al Südtirol fino all’ultimo, in un girone in cui ha regnato l’equilibrio, con tutte e quattro le formazioni a quota 4 punti.  Sempre per la classifica avulsa i veneti della Polisportiva Caselle sono arrivati terzi e la Voluntas Brescia quarta.

Il Pulcino Gialloblù è andato al San Giorgio Sedico, davanti ai siciliani dell’Or.Sa Promosport, Nogaredo e ViPo Trento.

Il Pulcino Arcobaleno Rosso, invece, è stato vinto dal Trieste & Fvg Football Academy, il Pulcino Arcobaleno Bianco dal Levico Terme Blu, il Pulcino Arcobaleno Azzurro da Tione – Borgo Rossi e il Verde dal Levico Terme Giallo.

Si è concluso così un lungo weekend all’insegna dello sport giovanile e del divertimento, che ha colorato per quattro lunghe giornate l’intera Valsugana. Il comitato organizzatore del Pulcino d’Oro, presieduto da Renzo Merlino, però, sta già pensando al futuro, con una nuova edizione ricca di sorprese.

 

LE DICHIARAZIONI

«Siamo molto felici. Stanchi, come è giusto che sia dopo questi quattro giorni così intensi, ma davvero soddisfatti» terminata l’ultima delle 336 partite, il presidente dell’Unione Sportiva Levico Terme Sandro Beretta, è comprensibilmente soddisfatto, forte dei tanti complimenti ricevuti, insieme al presidente del comitato organizzatore Renzo Merlino. «Il Pulcino d’Oro ancora una volta non ha mancato di stupire, con tanto sport e agonismo, rispettando i valori più belli che lo sport sa dare. I professionisti addirittura si sono soffermati nel chiederci come riusciamo ad organizzare un Torneo di questa portata, sottolineando la bontà della macchina organizzativa, e questo fa ovviamente molto piacere. Questa crescita in così poco tempo non me l’aspettavo e ovviamente ci responsabilizza molto e, senza una buona struttura organizzativa, con l’importante aiuto dei 300 volontari, questo non sarebbe possibile».

Ci sono gli applausi per una nuova edizione di successo, che ha visto la partecipazione di quattro top club stranieri, come i portoghesi del Porto e dello Sporting Lisbona, e gli inglesi del Leeds United e Sunderland, e il comitato organizzatore presieduto dall’instancabile Renzo Merlino sta già iniziando a pensare alla prossima edizione, che si annuncia ricca di novità. «La crescita è sotto gli occhi tutti – commenta Renzo Merlino -. Il Pulcino d’Oro è un Torneo diverso dagli altri, e questo è stato rimarcato da molti top club. È diventato un evento che catalizza l’interesse di molti, come le tv nazionali. C’è un confronto tecnico tra culture diverse, come il calcio portoghese con tecnica sopraffina, con quello anglosassone con tanto carattere. Stiamo pensando già al futuro, ma adesso ci godiamo questo bel momento».

 

LE CLASSIFICHE FINALI

Pulcino d’Oro: 1. Inter, 2. Porto, 3. Juventus, 4. Venezia

Pulcino d’Argento: 1. Roma, 2. Torino, 3. Virtus Bergamo, 4. Parma

Pulcino di Bronzo: 1. Südtirol, 2. Sacco San Giorgio, 3. Voluntas Brescia, 4. Polisportiva Caselle

Pulcino Gialloblù: 1.San Giorgio Sedico, 2.Or.Sa Promosport, 3. Nogaredo, 4. ViPo Trento

Pulcino Arcobaleno Rosso: 1. Trieste & Football Academy, 2. Pedemonte, 3. Virtus Bolzano, 4. Sois Belluno

Pulcino Arcobaleno Bianco: 1. Levico Terme Blu, 2. Orieto Vivi Don Bosco, 3. Bovolone, 4. Roncegno Bianco

Pulcino Arcobaleno Azzurro: 1. Tione – Borgo Rossi 3. Roncegno, 4. Borgo Gialli

Pulcino Arcobaleno Verde: 1. Levico Terme Gialli, 2. Calceranica, 3. Salaria Sport Club, 4. Primoje

 

ALBO D’ORO

2015: Cesena Calcio

2016: Fc Internazionale

2017: Fc Internazionale e Sporting Lisbona (ex aequo)

2018: Fc Internazionale

2019: Fc Internazionale