Un Pulcino d’Oro che sa di Premier League. Vince il Nottingham Forest davanti all’Arsenal

23 Febbraio 2020

Nottingham Forest, Arsenal e la società partner Leeds United hanno staccato il pass per il VI Torneo Internazionale Pulcino d’Oro, che andrà in scena in Trentino, Valsugana, dal 18 al 21 giugno.

Lo splendido centro sportivo di Thorp Arch, casa del Leeds United, sabato 22 febbraio, ha fatto da cornice al secondo Torneo Inglese Pulcino d’Oro, con i top team della Premier League a gareggiare e a divertirsi per conquistare la possibilità di arrivare alla fase Internazionale. L’evento inglese organizzato dal Leeds United, in particolare da Andy Wood, responsabile dell’Accademia dello storico club e dal suo efficientissimo staff, ha aperto la serie di tornei regionali su tutto l’arco d’Italia – oltre al torneo in Germania, in Baviera – che, da qui alla metà del mese di maggio, faranno da anteprima alla fase internazionale del Pulcino d’Oro.

A Leeds si sono sfidate sedici squadre, tra cui club di Premier League, il campionato più seguito al mondo, come Arsenal, Aston Villa, Leicester, Newcastle, West Ham, Wolverhampton, Sheffield United, Burnley; di Championship come Leeds United, Nottingham Forest, Stoke City, Middlesborough, Sheffield Wednesday e Sunderland oltre a due squadre della Scottish Premiership (Serie A scozzese) come St. Mirren e Hamilton Academical.

Ad aggiudicarsi il Pulcino d’Oro è stato il Nottingham Forest, superando nell’ultimo atto l’Arsenal, in un girone entusiasmante con West Ham e Sheffield United. La squadra di Nottingham ha una tradizione importante, avendo nel suo palmares due Coppe dei Campioni ed avendo vinto anche una Supercoppa Europea. Il Forest regala una curiosità di particolare interesse: è l’unica squadra al mondo ad aver vinto più Coppe dei Campioni che campionati (due contro uno). Il Pulcino d’Argento è andato al Sunderland, protagonista lo scorso anno anche nella fase internazionale in Trentino, che ha avuto la meglio sul Newcastle e sulle due formazioni scozzesi del St. Mirren e dell’Hamilton Academical.

Il Pulcino di Bronzo lo ha alzato il Leicester, mentre quello Gialloblù il Wolverhampton.

Che l’Inghilterra, patria del calcio, abbia voluto fortemente esportare un torneo tutto italiano per la seconda volta consecutiva, trentino nella fattispecie, giocato proprio a gironi all’italiana, ha riempito d’orgoglio il comitato organizzatore del Pulcino d’Oro presieduto da Sandro Beretta e Renzo Merlino, volati a Leeds per l’occasione. «È sempre spettacolare vedere questo torneo a Leeds, in Inghilterra, con la possibilità di incontrare modi e culture diverse di fare calcio – spiega Beretta -. Questo è un aspetto che tengo stretto e che voglio valorizzare. Rimane sempre una grossa emozione portare il calcio in terra inglese, ricevendo i complimenti dalle squadre, dagli staff e allenatori. Quest’anno abbiamo fatto un importante salto di qualità, con tante squadre di Premier League, tutte con la motivazione di giocarsi la possibilità di arrivare in Trentino per contendersi un trofeo sempre più ambito. Questo Progetto legato ai bambini è cresciuto molto». Renzo Merlino aggiunge: «Regala un grandissimo entusiasmo vedere in Inghilterra il Pulcino d’Oro, con sedici squadre professionistiche di gran livello giocare per questo evento. Quest’anno abbiamo aggiunto anche la Germania, per portare più esperienze nei gironi finali di Levico Terme. Questo darà ulteriore valore alla crescita di tutte le squadre che parteciperanno».

Qui potete vedere tutte le emozionanti immagini di sabato.

Terminata la tappa inglese, ora concentrazione massima alla seconda edizione dei Tornei Regionali del Pulcino d’Oro in Italia e al Torneo tedesco del Pulcino d’Oro in Germania nei primi giorni di maggio. Prossimo appuntamento a Merano in Alto Adige il 7 e 8 marzo.