Presentata a Trento la quarta edizione

12 Giugno 2018
Gruppo-1280x633.jpg

Quattro giorni all’insegna del calcio giovanile, alla presenza di 48 squadre, 12 professionistiche e 36 dilettantistiche, impegnate sui campi cinque centri sportivi, con mille baby calciatori della categoria Pulcini, che daranno vita a oltre 300 sfide sportive. Sono questi i numeri dell’edizione 2018 del Torneo Internazionale Pulcino d’Oro, che da giovedì 14 a domenica 17 giugno animerà l’intera Valsugana, in Trentino, e vedrà protagoniste squadre del calibro di Juventus, Inter, Roma, Sampdoria, Torino, Hellas Verona e Sporting Lisbona, oltre alle new entry Porto e Leeds United, giusto per citare alcuni del club principali. Queste ultime si confronteranno con alcuni dei migliori vivai del panorama nazionale, in nome di un evento che riesce a intrecciare idealmente il mondo del calcio professionistico con il movimento dilettantistico.
La manifestazione organizzata dall’Unione Sportiva Levico Terme è stata presentata alla stampa oggi a Trento nell’accogliente Sala Belli del Palazzo della Provincia Autonoma di Trento in Piazza Dante, dove sono state svelate le tante novità che caratterizzeranno la quarta edizione. «Un torneo che emoziona. – ha commentato in apertura il presidente dell’Us Levico Terme Sandro Beretta – I migliori club d’Europa e il grande mondo delle società dilettantistiche si incontrano grazie al nostro evento, declinando i valori che caratterizzano la manifestazione, ovvero sport, bambini e solidarietà».
In sintonia con un torneo che sta allargando sempre più i propri confini, anche il progetto solidale quest’anno avrà una sua connotazione internazionale. «Nel clima di gioia che caratterizza il torneo, abbiamo voluto riunire tutte le società sportive partecipanti in un’unica grande squadra, che devolve in beneficienza le quote d’iscrizione. – ha aggiunto Beretta – Nel 2016 il ricavato venne consegnato all’ex portiere azzurro Giovanni Galli per sostenere la Fondazione Onlus intitolata alla memoria del figlio Niccolò, mentre lo scorso anno permise di ospitare la squadra dell’Atletico Sibillini di Amandola, paese duramente colpito dal terremoto. Quest’anno le quote d’iscrizione verranno devolute al «Centre Effatà Ludovic Pavoni», situato a Saaba di Ouagadougou in Burkina Faso, un’iniziativa della Congregazione dei Figli di Maria Immacolata-Pavoniani per i bambini sordi. Abbiamo un contatto diretto con questo centro e i fondi raccolti contribuiranno alla realizzazione di un centro sportivo multidisciplinare: un aiuto per i bambini meno fortunati, con lo sport, e non solo il calcio in questo caso, quale strumento di educazione e socializzazione».
Tante le novità, tra le quali vi è l’apertura al movimento calcistico in rosa, grazie alla presenza delle formazioni femminili di Inter e Leeds, senza dimenticare il Villaggio del Pulcino, che sorgerà nell’accogliente Camping Village di Levico Terme e ospiterà tutte e 36 le squadre dilettantistiche iscritte. Confermatissima l’innovativa formula del torneo ideata dal presidente del comitato organizzatore Renzo Merlino, che quest’anno ha inserito per ognuno dei 336 match in programma gli “shoot out”. «Un elemento tecnico e di spettacolo in più – ha spiegato Merlino – Nei quattro giorni dell’evento ne verranno battuti oltre 7000».
Il torneo verrà aperto nel pomeriggio di giovedì 14 giugno da una prima fase a gironi necessaria per decretare le quattro teste di serie, che andranno ad aggiungersi alle dodici già assegnate ai club professionistici: i match andranno in scena sui campi periferici di Roncegno, Borgo Valsugana, Calceranica e Caldonazzo.
Venerdì 15 spazio al divertimento per i partecipanti e alla colorata cerimonia inaugurale, mentre sabato 16 sarà la volta dei gironi di orientamento, a precedere la fase conclusiva in programma domenica al centro sportivo di Levico Terme con gli otto gironi finali, denominati Pulcino d’Oro, Pulcino d’Argento, Pulcino di Bronzo, Pulcino Gialloblù e Pulcino Arcobaleno (Pulcino Arcobaleno rosso, bianco, azzurro e verde).
La buona riuscita del torneo, oltre che alla bontà dell’organizzazione, va attribuita anche all’opera del mondo del volontariato. «Il Pulcino d’Oro è diventato patrimonio della comunità – ha spiegato il vice presidente del comitato organizzatore Andrea Pasini – Collaborano con noi oltre 200 volontari, indispensabili per l’allestimento e la messa in sicurezza dei campi da gioco, per far funzionare al meglio cucina e area di ristoro. Abbiamo poi 40 arbitri e le hostess dell’Istituto Marie Curie e dell’Oratorio di Barco, che seguono e accompagnano le squadre per tutti e quattro i giorni del torneo, senza dimenticare le altre società e realtà del territorio a noi vicine».
Il Pulcino d’Oro può contare anche sull’importante supporto delle istituzioni, la Provincia Autonoma di Trento in primis. «Ho appoggiato questo evento fin da quando mi fu presentato quattro anni fa – ha dichiarato l’assessore provinciale allo sport Tiziano Mellarini – Nella fascia d’età dei partecipanti non si metabolizza solo la tecnica di gioco, ma anche il rispetto regole, dei compagni e degli avversari. Non c’è crescita sportiva senza crescita culturale e questa è la forza del Pulcino d’Oro».
«Il Trentino ospita molti eventi internazionali, tra Coppe del Mondo e Mondiali – ha aggiunto a proposito l’amministratore unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini – Il Pulcino d’Oro, a differenza di altre manifestazioni, nasce sul territorio. L’idea e il format sono un patrimonio nostro, un valore forte che genera orgoglio nella comunità».
Hanno fatto eco a Mellarini e Rossini gli interventi del consigliere provinciale Gianpiero Passamani, che ha parlato di «una grande famiglia di volontari supportati dalle competenze del comitato organizzatore», mentre il sindaco di Levico Terme Michele Sartori ha sottolineato: «il Pulcino d’Oro è uno spettacolo che resta impresso nella mente».
Impressa rimarrà anche la nuova immagine del Pulcino d’Oro, opera del fumettista professionista Alessandro Costa e presentata dalla responsabile marketing dell’evento Elisa Oss, così come nuovo è il trofeo, un pezzo unico realizzato da Mastro 7. Dal mese scorso, inoltre, è online il nuovo sito della manifestazione, consultabile all’indirizzo www.pulcinodoro.eu.

Le 48 squadre iscritte al 4° Torneo Pulcino d’Oro

I 12 top club: Juventus, Inter, Roma, Sampdoria, Torino, Hellas Verona, Parma, Cesena, Südtirol, Leeds Utd, Porto, Sporting Lisbona.

Le altre 36 squadre: Asd Villanuova, Ssd Guaita – Dro, Nogaredo Academy Orange, Nogaredo Academy Yellow, Usd ViPo Trento, Oltrisarco Juventus Club Bolzano, Calciochiese, Levico Terme 2008, Levico Terme 2007, Asd Audace Caldonazzo, Gsd Roncegno Terme, Us Borgo, Fc Calceranica, Pavoniana, Ssv Voran Leifers Eagles 2007, Ssv Voran Leifers Lions 2008, Calcio San Donà, Acd Virtus Bolzano, Us Calavino, Asd Rotaliana, Ital Lenti Belluno, Virtus Bergamo, Us Tione, Ssd San Zeno Verona 1919, Acd Pinzolo Valrendena, Ssd Sporting Brescia, Asd Manzanese Calcio, Us Calcio Postioma, Us Lavis, Usd Alense, Usd Sois Calcio Belluno, Liventina, Comano Terme Fiavé, Alta Valsugana, Fc Internazionale femminile, Leeds United femminile.

L’albo d’oro del torneo

2015: AC Cesena
2016: FC Internazionale
2017: FC Internazionale e Sporting Lisbona (ex aequo)