Inter, Juventus e le novità Milan, Psv Eindhoven e Palmeiras per una VII edizione da sogno!

1 Maggio 2022
PAGINA-4-piccola-2.jpg

Il Torneo Internazionale Pulcino d’Oro si appresta a scendere sul campo da calcio per la settima edizione, forte delle bellissime esperienze maturate dal 2015 – da giovedì 16 a domenica 19 giugno 2022 – vivrà un’edizione spettacolare, più internazionale che mai, dal livello estremamente alto, alla presenza di autentici top club del panorama italiano, europeo e sudamericano, insieme ai migliori settori giovanili dilettantistici provenienti dai Tornei Regionali. Le novità dell’evento calcistico legato ai talenti della categoria Pulcini sono molteplici.

Bologna

Hellas Verona

Inter

Juventus

Lazio

Milan

Parma Calcio

Roma

Ad aprire l’elenco delle 48 squadre iscritte alla kermesse sono i tre club italiani più titolati Juventus, Inter e per la prima volta il Milan. Dal Portogallo ritornano i talentuosi ragazzi dello Sporting Lisbona e del Porto mentre dall’Olanda arriveranno per la prima volta le giovani promesse del PSV Eindhoven, fucina di grandi talenti. Mai sottovalutare la forza e l’elevato tasso tecnico delle due squadre della Capitale Lazio e Roma, i campioni uscenti del Parma Calcio, i formidabili giovani talenti di Bologna ed Hellas Verona.  Ma la vera sorpresa della settima edizione sarà il Palmeiras, squadra brasiliana di San Paolo che ha trionfato negli ultimi due anni in coppa Libertadores (massima competizione calcistica sudamericana per squadre di club, equivalente alla Champions League in Europa). Assieme ai baby talenti di questi top club, italiani ed europei, arriveranno in Trentino, in Valsugana, circa 1.000 giovani promesse di 9 e 10 anni che daranno vita a più di 300 partite entusiasmanti.

Palmeiras

Porto Fc

Psv Eindhoven

Sporting Clube de Portugal

Uno degli aspetti che contraddistingue il Torneo Internazionale Pulcino d’Oro è quello di offrire l’opportunità al grande mondo del calcio dilettantistico di confrontarsi con quello professionistico, creando i presupposti per un momento di scambio e di crescita, sia sotto il profilo umano che dal punto di vista più strettamente sportivo.